L’importanza dei contenuti

L’importanza dei contenuti in ambito SEO ha conosciuto una profonda rivalutazione negli ultimi anni, provvedendo a scardinare una condizione preesistente: tra gli “esperti” del settore, infatti, vigeva la convinzione che il successo di una corretta ottimizzazione consistesse nella stesura di testi infarciti di keywords.

La situazione è perdurata fino all’avvento di Google Panda, che ha comportato la neutralizzazione dei contenuti di pessima qualità. La finalità principale dell’algoritmo di Google mirava principalmente a contenere il fenomeno del link spamming. Grazie alla successive integrazioni algoritmiche (Penguin, Hummingbird), Google ha ulteriormente arginato l’imperversare di risorse scadenti, penalizzando testi duplicati o non pertinenti alle query e avviando la definitiva consacrazione dell’importanza dei contenuti di qualità, originali, costantemente aggiornati e riconosciuti come valore aggiunto dall’utente.

Ma le cattive abitudini sono dure a morire: ancora oggi, si continuano a produrre contenuti scadenti, sintatticamente o grammaticalmente scorretti, ideati pensando di primeggiare nelle SERP. Ma il fruitore di un contenuto web è il giudice supremo che assolve o condanna un sito nel processo di valutazione del ranking.

Sulla base di tale analisi emerge un quadro differente rispetto alla filosofia professata da alcuni SEO: il cliente non deve considerarsi Google, ma l’utente che giova di risorse e servizi. I suoi volumi di traffico immensi confermano che Google accorda una posizione privilegiata all’importanza dei contenuti; l’equazione è piuttosto semplice: contenuti di valore generano più utenza, più utenza produce maggiore ricchezza.

È evidente che per creare testi in ambito SEO è anzitutto necessario creare testi originali: condicio sine qua non è mai duplicare un contenuto. Il consiglio per una scrittura efficace è quello di sviluppare uno stile che risponda ad una domanda latente: assolvere ad una richiesta specifica, strutturando un testo ricco di concetti. Per questa ragione, un SEO Copywriter deve saper argomentarsi, avendo ben chiaro il tema da trattare e puntare alla ricerca e all’approfondimento, oggetto di uno studio da concretizzare attraverso una forma concreta e diretta, indispensabili per l’importanza dei contenuti 2.0.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Giovanni Sodano

Giovanni Sodano

Consulente Marketing, studioso di Seo e Naming. Autore del libro SeoDance.

Visita il sito

Altri post

Indicizzazione delle pagine web

L’indicizzazione delle pagine web ha come finalità principale l’accrescimento delle visite ad un sito, che potrà scalare le posizioni all’interno delle Serp attraverso un’oculata attività

Leggi tutto »

Posting list

Con l’evoluzione degli algoritmi dei motori di ricerca, la Seo è mutata progressivamente, virando un’attenzione sempre maggiore verso attività off-page . Lo sviluppo di una

Leggi tutto »

Modifiche al sito

Le modifiche al sito rappresentano un insieme di interventi fondamentali per concretizzare un’ottimizzazione funzionale del sito stesso, per agevolare una regolare indicizzazione. Indispensabile la cura

Leggi tutto »