Analisi dei testi dei competitors

Effettuare un’analisi dei testi dei competitors in modo scrupoloso e attento è tra le priorità in fase preliminare per l’ottimizzazione efficace di un contenuto. Per avere cognizione della concorrenza è utile strutturare preventivamente un piano di keywords su cui strutturare i contenuti del proprio sito. Da questo studio, digitando tali parole chiave sul web, emergeranno i maggiori competitors sul nostro campo di interesse e capiremo su quali e quante di quelle key essi si sono posizionati organicamente. In questa fase si potranno ottenere preziose informazioni su:

  • Caratteristiche del profilo competitor
  • Content strategy attuata
  • Core business
  • Usability e conseguente comportamento dell’utente sul sito concorrente

 

Per effettuare un’oculata analisi dei testi dei competitors è necessario verificare attentamente il relativo sito. Interpretando le varie dinamiche relative (keyword prominence, keyword density, keyword proximity) e le qualità dei loro contenuti si può imparare davvero molto: se un sistema funziona, non è sbagliato ispirarsi ai suoi punti di forza per migliorare.

Il punto capitale di questa fase è lo studio del modo in cui vengono utilizzate le parole chiave. Esistono degli strumenti utilissimi per individuare i contenuti top della concorrenza. Essi sono:

  1. BuzzSumo. Rintraccia sul web tutti i contenuti di una query, così da evidenziare gli argomenti più trendy escovare opinion leaders. Utilizzando la barra relativa, questo strumento agevola l’analisi dei testi dei competitors: inserendo l’url del sito che vogliamo studiare, restituisce i risultati filtrati per categoria fino ad un anno.

 

  1. Searchmetrics. Prevede una versione premium (in abbonamento), e una demo (con azioni limitate e un panorama sui dati ridotto). Searchmetrics agevola il monitoraggio della visibilità su tutte le keywords, tracciando il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca.

 

  1. SemRush. Analizza il posizionamento delle parole chiave attraverso una suite di strumenti variegata, traccia le performance del sito, consente uno studio approfondito delle keywords della concorrenza e agevola la ricerca di nuove parole chiave. SemRush è necessario per migliorare la propria strategia di web marketing ed effettuare un’analisi dei testi dei competitors.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Giovanni Sodano

Giovanni Sodano

Consulente Marketing, studioso di Seo e Naming. Autore del libro SeoDance.

Visita il sito

Altri post

Redirect 301

Attraverso il redirect 301 si riferisce ai motori di ricerca che l’Url ricercato è stato permanentemente spostato, evitando di imbattersi in una pagina dal contenuto

Leggi tutto »

Webmaster tools di Google

Webmaster Tools di Google offre allo specialista del web una serie di possibilità funzionali alla valutazione della propria strategia SEO. Il punto centrale della questione

Leggi tutto »